Autore: Andrea Claudio Galluzzo Pagina 1 di 34

Parte Guelfa plaude alla Fondazione Mattei per l’Osservatorio sulla Transizione Ecologica

Parte Guelfa plaude alla Fondazione Mattei per la realizzazione  dell’Osservatorio sulla Transizione Ecologica che viene presentata il 1 Dicembre 2021 a Roma presso la Sala Caduti di Nassirya del Senato della Repubblica. Pubblichiamo le parole del presidente Aroldo Curzi Mattei per la comprensione della rilevanza di questo evento: “Stiamo per fare il primo passo di un lungo percorso che ci proietterà nel futuro, ho molte persone da ringraziare le quali hanno contribuito con professionalità e competenza. Persone a cui riconoscere molto nell’aiutarmi a stendere questo progetto a tradurre e razionalizzare le mie visioni che saranno i pilastri su cui poggiare le basi di questa realtà che, spero, sarà un riferimento nel prossimo futuro”.

Leggi tutto

Fondatore

FONDATORE DI PARTE GUELFA

Beato Papa Clemente IV

L’Arciconfraternita di Parte Guelfa, Cavalleria della Repubblica Fiorentina, ha nel Beato Clemente IV, 183º Papa della Chiesa cattolica, il suo Fondatore. Nato Guy Le Gros Foulquois a Saint Gilles du Gard in Linguadoca intorno al 1200, fu in gioventù soldato e combatté contro i Mori, si diede quindi agli studi e si laureò in diritto civile, divenendo successivamente un celebre avvocato e giurista. Nel 1239 sposò la nobile figlia di Simon de Malbois, che gli diede molti figli. La moglie morì intorno al 1250, quando erano ancora in vita soltanto due figlie femmine, Mabilie e Cécile. Rimasto vedovo, Guy decise di consacrarsi e nel 1255 divenne sacerdote. Data la sua notorietà ebbe una fulminea carriera ecclesiastica e fu nominato vescovo di Puy nel 1257 ed arcivescovo di Narbona nel 1259. Negli stessi anni divenne anche fidato consigliere di re Luigi IX e di papa Urbano IV, che nel 1261 lo creò cardinale vescovo di Sabina. Legato pontificio in Inghilterra per una difficile mediazione tra Enrico III ed i suoi baroni e la Chiesa locale, era in viaggio nel febbraio 1265 quando, morto Urbano IV, il Collegio cardinalizio, riunito a Perugia, lo elesse Papa, forse per assecondare Luigi IX o, più probabilmente, per affidare ad un uomo abile ed esperto la guida della Chiesa in un momento di grande difficoltà. Guy lasciò la Francia per recarsi a Roma. Clemente IV fu papa per circa 45 mesi: un tempo più che sufficiente, in un’epoca in cui i pontificati erano spesso più brevi, per lasciare una traccia importante nella storia della Chiesa. Si distinse per severa austerità, nonché per estremo rigore morale ed assoluta onestà, tutte qualità non frequenti negli ecclesiastici del tempo. Va ricordato, ad esempio, come Clemente IV non si sia macchiato di alcuna forma di nepotismo, non creando cardinali durante il suo pontificato, ed abbia duramente combattuto la corruzione. Governò le vicende interne della Chiesa con fermezza e determinazione, sostenendo la necessità che i benefici ecclesiastici fossero riservati alla Santa Sede e finendo per essere indicato come il vero fondatore della fiscalità pontificia. Nel 1266 approvò l’istituzione della Parte Guelfa di Firenze in riconoscenza della determinante partecipazione della cavalleria guelfa fiorentina a fianco di Carlo I d’Angiò nella Battaglia di Benevento del 26 febbraio 1266 e concesse al Console dei cavalieri di Firenze il privilegio di fregiarsi del proprio stemma d’argento all’aquila di rosso brancante un drago verde. Morto improvvisamente il 29 novembre 1268 a Viterbo, ove sin dai primi tempi del suo pontificato aveva trasferito la corte papale per sfuggire alla corruzione dell’ambiente romano, venne beatificato l’8 giugno 1864 da Pio IX.

Papa Clemente IV dona l`arme pontificia a Console, Capitani e Cavalieri di Parte Guelfa. Giorgio Vasari e Prospero Fontana, Salone dei Cinquecento, Palazzo Vecchio, Firenze

Stemma araldico di Papa Clemente IV

 

 

Parte Guelfa commemora a Viterbo il pontefice fondatore beato Clemente IV

Nella basilica minore di San Francesco alla Rocca di Viterbo, ove riposano spoglie mortali, si è tenuta la Santa Messa di commemorazione del beato Clemente IV, papa, al secolo Guido Folques, quivi deceduto il 29 Novembre del 1268. Le sue insegne araldiche, da lui stesso donate ai Cavalieri di Parte Guelfa quale tributo di riconoscenza all’indomani dell’epica vittoria di Benevento nel 1266 al fianco di Carlo d’Angiò, sono così simbolicamente ritornate al suo sacro cospetto. Cerimonia solenne quella del 29 Novembre, in quanto coincidente con la celebrazione di tutti i santi appartenuti all’Ordine Terziario Francescano e il contestuale rinnovamento dei voti da parte dei Frati Minori.

Leggi tutto

Parte Guelfa in servizio di monitoraggio ambientale permanente

I Dragoni di Parte Guelfa svolgono gratuitamente un servizio per la tutela dell’ambiente e sono formati attraverso un percorso formativo interno realizzato dal Reggimento San Francesco che conferisce loro conoscenze di base quanto alle violazioni in ambito ambientale. Il Dragone di Parte Guelfa espleta attività di prevenzione – non di repressione – con monitoraggio attento e scrupoloso del territorio oggetto di osservazione; nei casi previsti e quando richiesto dall’autorità, collabora con gli organi di polizia, dandone tempestiva comunicazione al responsabile; nei casi previsti, provvede a redigere la “nota di servizio” su cui andranno annotati i fatti salienti relativi alle “segnalazioni” effettuate alle autorità competenti tramite APP o comunicazione telefonica sulle utenze di “pronto intervento” (112); partecipa in presenza – o dove previsto in videoconferenza – a corsi e lezioni di aggiornamento; custodisce con cura gli eventuali materiali e/o mezzi avuti in dotazione; è tenuto al vincolo di riservatezza, ovvero mantenere assoluto riserbo circa le informazioni riguardanti eventuali operazioni di servizio svolte a supporto delle forze di polizia, o comunque di cui è venuto a conoscenza per ragioni d’Ufficio.

Leggi tutto

Parte Guelfa impegnata nel monitoraggio ambientale anche in bicicletta

Anche oggi i Dragoni di Parte Guelfa sono impegnati nel monitoraggio ambientale e lo fanno utilizzando delle mountain bike. Proseguono ininterrottamente le attività di monitoraggio ambientale operate da Consorelle e Confratelli di Parte Guelfa dello Squadrone Dragoni nei parchi urbani ed extraurbani. Le splendide Francesca Lucrezia Menna e Lisa Bianchini impegnate in servizio la mattina di domenica 27 Novembre 2021 percorrono i sentieri del Parco delle Cascine a Firenze pronte a segnalare potenziali violazioni e rischi ambientali. All’insorgere di situazioni ritenute oggettivamente pericolose, quali ad esempio reati di natura ambientale come inquinamento, devastazione, danneggiamento del patrimonio verde comune, incendi dolosi eccetera gli operatori di Parte Guelfa richiedono l’intervento delle competenti autorità di polizia o della Protezione Civile.

Leggi tutto

Parte Guelfa riporta a Firenze la sua storia

Dante ritrova la sua Firenze e lo fa attraverso le magiche giornate vissute attraverso la Veglia delle Armi e le Solenni Investiture dei nuovi Cavalieri e Dame di Parte Guelfa. Cerimonie durate ben tre giorni, iniziate in Santa Croce con la Veglia delle Armi il venerdì 19 Novembre notte e terminate la domenica 21 Novembre mattina con l’addobbo degli ultimi aspiranti. La famiglia Alighieri finalmente ritrova la sua patria natia ed il suo bel San Giovanni che l’esilio aveva costretto ad abbandonare senza più poter farvi ritorno. Sperello di Serego Alighieri discendente diretto del sommo poeta è stato addobbato come cavaliere di Parte Guelfa dal Console Luciano Artusi, rendendo così onore alla storia del suo antenato anch’egli Cavaliere di Parte Guelfa nella fazione dei Bianchi, più moderati ed aperti al dialogo con la Parte Ghibellina. Poi è stata la volta di Pier Felice degli Uberti, discendente diretto di Manente al tempo detto Farinata (per i suoi capelli biondo chiaro) degli Uberti, condottiero Ghibellino che dopo la sconfitta subita dai Guelfi a Montaperti s’oppose con fermezza al volere dei Ghibellini senesi intenzionati a distruggere Firenze mettendo in gioco la propria vita. Venne poi esiliato ed a lui il dovere di oggi della Parte Guelfa di rendergli onore addobbando un suo diretto discendente. Infine Gabriel donati discendente di Corso Donati che con il suo atto di insubordinazione rovesciò le sorti della battaglia di Campaldino consentendo la vittoria alla fazione Guelfa che sgominò definitivamente i Ghibellini. E così la storia chiude i suoi cerchi attraverso i battiti del suo cuore e attraverso il Cor Unum della Parte Guelfa che risiede nell’ Anima Unum di ogni suo confratello ancor oggi nuovamente dopo secoli di storia nel grido unico della cavalleria Marzocco! Marzocco! Marzocco!

 

Autore

Nicola Biagi

 

Veglia delle Armi di Parte Guelfa 2021

Parte Guelfa investiture insegne decorazione mantello basco 600La sera che precede le Solenni Investiture di Parte Guelfa si tiene, normalmente tra le Rettorie di San Carlo e Orsanmichele e questa volta eccezionalmente presso la Bsilica di Santa Croce, la Veglia delle Armi, preceduta dalla processione dei Cavalieri di Parte Guelfa con insegne, sigilli ed icona di San Ludovico d’Angiò, Patrono della Parte Guelfa, che attraversando il centro storico abbraccia idealmente la città rinnovando il proprio legame con Firenze. La Veglia Guelfa si svolge con letture interreligiose, meditazioni e riflessioni per la preparazione morale degli investendi ad assumere un consapevole impegno nella cura del fondamentale rapporto tra Uomo e Natura, accompagnata da brani di musica barocca condotti dal Maestro di Cappella di Parte Guelfa.

Leggi tutto

Custodi consapevoli del Creato

Dopo le battute di arresto dell’accordo di Parigi, con l’abbandono dei protocolli d’intesa e degli impegni presi e già sottoscritti dagli USA, la “latitanza” da tutti i tavoli di Cina, India, Brasile e Federazione Russa e gli esiti poco edificanti del recentissimo G20 di Roma, tutti i riflettori erano accesi sull’appuntamento di Glasgow. I lavori, le stime, le misure adottate e quelle in adozione, così pure i progetti di sviluppo ecosostenibile presentati dai 21695 delegati dei 197 Paesi e dagli 11734 rappresentanti delle “organizzazioni non governative” intervenuti al COP26, il loro confronto pacifico e costruttivo, ha portato a delle “conclusioni” quasi insperate!

Leggi tutto

Parte Guelfa torna a celebrare le Solenni Investiture

Le Solenni Investiture di Parte Guelfa relative alle annate 2020 e 2021 saranno celebrate a Firenze secondo il consueto antichissimo rituale tra il 19 ed il 21 Novembre 2021 presso le monumentali Rettorie di San Carlo e di Orsanmichele, la splendida Basilica di Santa Croce ed il magnifico Palagio di Parte Guelfa. Le Consorelle ed i Confratelli dell’Arciconfraternita di Parte Guelfa accoglieranno gli investendi, i nuovi Cavalieri e le nuove Dame, passati dal percorso formativo e ammessi dal Consiglio di Credenza. Il programma prevede il ritrovo e la partenza del tradizionale corteo cittadino da Orsanmichele e l’arrivo alla bellissima Basilica di Santa Croce ove si terrà la Veglia delle Armi, quest’anno ricchissima di contributi internazionali, nella serata di Venerdì 19 Novembre. Il corteo dei Cavalieri di Parte Guelfa, guidato dal Console Luciano Artusi, recherà le insegne, i sigilli e tutti i simboli del guelfismo,  attraverserà il centro storico e toccherà Piazza del Duomo e Piazza della Signoria.

Leggi tutto

Le pattuglie ambientali di Parte Guelfa alle Cascine

Il pattugliamento del 13 Novembre 2021 operato dallo Squadrone Dragoni del Reggimento San Francesco di Parte Guelfa ha schierato in uscite mattutine e pomeridiane gli effettivi Alari, Galasso e Vaccaro attivi dalle ore 9.30 alle 11.30 e Crisci e Martini attivi dalle ore 14.45 alle 16.00. I percorsi pattugliati hanno incluso le seguenti aree: Fosso Macinante, Facoltà di Agraria, Ippodromo del Visarno, Viale degli Olmi, Ponte Tramvia, Sponde dell’Arno, Ponte alla Vittoria, Tramvia Cascine, Ippodromo delle Mulina e Ponte all’Indiano. Tutte le pattuglie hanno preso avvio dalle Scuderie di Parte Guelfa del Visarno.

Leggi tutto

Pagina 1 di 34

Parte Guelfa timbro black

PARTE GUELFA
Cavalleria Repubblica Fiorentina

Palagio dei Capitani di Parte Guelfa
Piazza di Parte Guelfa 1 - 50123 Firenze
Codice Fiscale 94247160487

Contattaci  |  Privacy  | Cookies | Copyright © 1266 - 2020 YOUR NET SOLUTION -Tutti i diritti riservati

Instagram
RSS