Pagina 2 di 23

Nico de Corato, recordman a Dubai e Cavaliere di Parte Guelfa

Dopo due anni dal suo ultimo evento in solitaria, Nico de Corato, Cavaliere di Parte Guelfa e recordman italiano residente da molti anni negli Emirati Arabi Uniti, ha vinto ieri una nuova sfida, il primo giorno di Dicembre di questo maledetto 2020, cimentandosi in tre discipline in una scommessa contro il tempo. Dopo aver, nel 2018, affrontato l’incredibile sfida che lo vide correre per 140 km in solitaria, partendo dal deserto di Dubai fino all’iconica Union Flag in sole 23 ore. L’impresa fu anche causa di problemi di salute derivanti da una febbre alta il giorno prima della sua partenza. Problemi oggi in gran parte risolti ma capaci di cambiare il suo corpo in poco tempo e colpevoli di imporgli un lungo periodo di recupero che non ha fermato affatto Nico, il quale si e’ messo di nuovo alla prova, con il coraggio e la determinazione che lo hanno sempre contraddistinto, per un’altra sfida stavolta basata su 3 diverse attività sportive: nuoto, ciclismo e corsa, ognuna da svolgere per 49 minuti. Ad attenderlo al traguardo al Dubai Frame c’erano l’Ambasciatore d’Italia Nicola Lener, il Console di Dubai Giuseppe Finocchiaro, il Segretario Generale del Dubai Sports Council Saeed Mohammad Hareb ed il Capitano Generale di Parte Guelfa Andrea Claudio Galluzzo.

Leggi tutto

La rivoluzione verde

Se non fosse arrivata la tempesta perfetta di questa pandemia, a ricordarci quanto il modello di sviluppo estrattivo sia insostenibile, lo avrebbe probabilmente fatto l’ennesimo rapporto delle Nazioni Unite. Che dal loro ufficio per la riduzione del rischio di catastrofi rivelano come il cambiamento climatico sia il principale responsabile del raddoppio dei disastri naturali nel mondo negli ultimi venti anni. Parte Guelfa lancia un alto monito per avvisare tutti che davvero non abbiamo più tempo e che il momento di agire per scongiurare il collasso climatico è ora. Se davvero crediamo nello sviluppo sostenibile, dobbiamo fare scelte coraggiose, radicali e coerenti per accelerare la decarbonizzazione di società ed economia e salvare il Creato.

Leggi tutto

Parte Guelfa piange la scomparsa di don Sergio Pacciani

Una vita da esperto di evangelizzazione, un’esistenza dedicata interamente agli altri. Parte Guelfa si unisce nel cordoglio all’Educandato della Santissima Annunziata al Poggio Imperiale e piange la scomparsa del Cappellano don Sergio Pacciani. Grande uomo di cultura, aveva organizzato una sala di proiezione per le studentesse che vivevano al Poggio. Passare dalla visione di un film a quella della vita era un attimo, passando sempre e comunque dal vangelo che conosceva per averlo, come diceva spesso, “vissuto” ed amato fino da giovane seminarista.

Leggi tutto

Parte Guelfa ricorda monsignor Paolo Ristori, tornato alla Casa del Padre

La scorsa notte, nella struttura Covid de “I Fraticini”, sulle colline di Firenze, ci ha lasciati il Cappellano Onorario di Parte Guelfa monsignor Paolo Ristori. Aveva 89 anni, nato a Firenze il 24 aprile del 1931, ed ordinato sacerdote il 1° novembre del 1953. Dopo un anno da vicario nella Parrocchia di Monticelli, era diventato nel 1955 Segretario personale dell’Arcivescovo di Firenze, Card. Ermenegildo Florit, rimanendo al suo fianco fino al 1977, quando il Cardinale si ritirò dalla carica per raggiunti limiti di età. Dal 1962 è stato membro del Capitolo della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, della quale è stato Preposto dal 1973 al 2009, mantenendo poi il titolo di Arciprete della Cattedrale.

Leggi tutto

Parte Guelfa plaude alla svolta verde del Regno Unito

La Gran Bretagna anticipa i tempi dettati dai trattati internazionali per arrivare a zero emissioni, spostando la data di 5 anni e ponendo il proprio stop alla vendita di auto a benzina e diesel a partire dal 2030. Stando a quanto riportato dal Financial Times, il primo ministro britannico Boris Johnson sarebbe pronto ad annunciarlo a giorno, di fatto anticipando ulteriormente il termine iniziale – il 2040 – dopo averlo già spostato al 2035 il febbraio scorso. L’obiettivo europeo è quello di arrivare a zero emissioni entro il 2050, e la speranza del governo britannico – supportata da scienziati, accademici e ricercatori – è che, spostando la deadline, le aziende siano maggiormente incentivate a puntare sull’elettrico, aiutando la Gran Bretagna a raggiungere gli obiettivi in campo climatico.

Leggi tutto

Parte Guelfa piange la scomparsa di monsignor Corso Guicciardini Corsi Salviati

Parte Guelfa piange la scomparsa di monsignor Corso Guicciardini Corsi Salviati, nato il 12 giugno del 1924 e presidente della Madonnina del Grappa, si è spento poche ore fa nella sua stanza di Careggi, dove era ricoverato da giorni per Coronavirus. Aveva 96 anni. A vegliare su di lui, fino alla fine, c’era don Vincenzo Russo, cappellano di Sollicciano e coordinatore della Madonnina del Grappa, anche lui malato di Covid. Allievo di don Giulio Facibeni, fondatore della Madonnina, don Corso ne ha sempre seguito l’esempio. Viveva la fede come una missione, la povertà come un dolore da fronteggiare, i poveri come uomini e donne da salvare.

Leggi tutto

Parte Guelfa celebra la festa delle Forze Armate

Parte Guelfa celebra la Giornata dell’Unità nazionale e la Festa delle Forze Armate. In questa data si celebra l’Unità nazionale in seguito l’annessione di Trento e Trieste al Regno d’Italia, e la giornata delle forze armate, poiché proprio quegli ultimi giorni di guerra vennero dedicati alla commemorazione di tutti i soldati morti in guerra. Il 4 novembre 1918 infatti entrò in vigore il cosiddetto armistizio di Villa Giusti, dalla villa del conte Vettor Giusti del Giardino a Padova in cui fu siglato il giorno prima, fra l’Impero austro-ungarico e l’Italia. Alla firma dell’armistizio si fa coincidere convenzionalmente la fine della Prima Guerra Mondiale.

Leggi tutto

Parte Guelfa si stringe al cardinale Gualtiero Bassetti

L’Arciconfraternita di Parte Guelfa si stringe in preghiera per il cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana e Cappellano Onorario di Parte Guelfa, il quale, contagiato dal coronavirus, si trova in terapia intensiva nell’ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Perugia. Prima del ricovero, Bassetti ha inviato un toccante messaggio: “È un momento di dolore per tanti. In questi mesi ho avuto modo di condividere la fatica e la stanchezza di un tempo inedito che sta interessando l’umanità intera. Eppure e nonostante tutto, continua a operare la bellezza del Mistero che si fa dono. Anche quando tutto sembra finito, c’è uno spiraglio di luce che continua a indicare il cammino. C’è una voce che interpella e si propone come via per evitare solitudine e disperazione. Stiamo vivendo un cammino sconosciuto per alcune generazioni: è occasione per sentirci ed essere fratelli e sorelle riconciliati nel Dio della vita”.

Leggi tutto

Parte Guelfa celebra la festa dell’Arma di Cavalleria

Parte Guelfa rende onore ai caduti dell’Arma di Cavalleria che offrirono il loro sacrificio alla Patria nella Battaglia di Pozzuolo del Friuli. Nei giorni 29 e il 30 ottobre 1917 si svolse una battaglia difensiva che impegnò le forze della 3ª Armata italiana e le forze tedesche che cercavano di tagliarle la linea di ritirata dopo la rotta di Caporetto. Dopo due giorni di combattimento le forze italiane utilizzate nella battaglia erano quasi annientate, ma la 3ª Armata era riuscita a ritirarsi oltre il Tagliamento. La 1ª divisione di cavalleria, richiamata al fronte, fu messa a disposizione del 6º corpo d’armata: la 1ª brigata fu posta fra Udine e Codroipo, mentre la seconda, che comprendeva il 4° Reggimento “Genova Cavalleria” e il 5º Reggimento “Lancieri di Novara”, aveva il compito di difendere ad ogni costo l’ala destra della 2ª armata. La 2ª brigata entrò a Pozzuolo del Friuli alle 17.30 del 29 ottobre ed i due reggimenti furono schierati ad est (Genova cavalleria) e ad ovest (Lancieri di Novara) dell’abitato.

Leggi tutto

Rimandate le Investiture Solenni di Parte Guelfa 2020

L’Arciconfraternita di Parte Guelfa comunica di esser costretta a rimandare le cerimonie della Veglia delle Armi e delle Solenni Investiture di Parte Guelfa 2020 presumibilmente alla primavera del 2021 in quanto, per gli effetti dell’entrata in vigore del DPCM del 18 Ottobre 2020, le restrizioni previste dal nuovo decreto ministeriale non permetterebbero una valida organizzazione ed il miglior svolgimento che una tradizione tanto antica ed emozionante merita.

Leggi tutto

Parte Guelfa timbro black

PARTE GUELFA
Cavalleria Repubblica Fiorentina

Palagio dei Capitani di Parte Guelfa
Piazza di Parte Guelfa 1 - 50123 Firenze
Codice Fiscale 94247160487

Contattaci  |  Privacy  | Cookies | Copyright © 1266 - 2020 YOUR NET SOLUTION -Tutti i diritti riservati

Instagram
RSS