Pagina 3 di 19

L’ultimo Granduca di Toscana

Canapone, o il Babbo, come più familiarmente i fiorentini chiamavano il Granduca Leopoldo II, lasciò per sempre Firenze il 27 aprile del 1859, mogio mogio uscendo da Boboli attraversò la città salutato da un continuo scappellar di tube per salire in carrozza la via Bolognese verso l’oblio della sua dinastia. Si parlò di “rivoluzione fiorentina”, quella scoppiata nella piazza di Barbano, una grande e polverosa area al centro del tessuto urbano della città, dove si ritrovavano i monelli a giocare e dove, altri monelli più grandicelli per lungo tempo avevano raggiunto con il favore delle tenebre il palazzo del marchese Ferdinando Bartolommei a cospirare e in quel giorno di entusiasmo collettivo a creare il governo provvisorio composto dai triumviri Malenchini, Peruzzi e Danzini.

Leggi tutto

Parte Guelfa celebra Enrico Mattei

Enrico Mattei e Giorgio La Pira

Parte Guelfa celebra il grande Enrico Mattei, il quale durante la seconda guerra mondiale partecipò alla resistenza come partigiano guelfo, ovvero fu guida dei combattenti “bianchi” che, al fianco degli alleati, si riferivano all’area politica cattolica, dimostrandosi subito un valido condottiero e un buon diplomatico come ne disse in seguito Marcello Boldrini e come, in un contesto più drammatico, confermò Mario Ferrari Aggradi. Esplicativo resta il giudizio di Luigi Longo, del quale divenne amico personale: “Sa utilizzare benissimo le sue relazioni con industria e clero», essendo l’uomo di riferimento della Democrazia Cristiana nel CLN; in tale attività Mattei consolidò le sue amicizie con altri partigiani che rimasero per lui persone di riferimento nell’ambito della politica; in seguito, proprio fra i suoi compagni di resistenza avrebbe cercato, da presidente dell’ENI, gli uomini fidati cui affidare la sua sicurezza personale.

Leggi tutto

Guelfi e Ghibellini a Campaldino

Nella pianura di Campaldino, tra i castelli casentinesi di Poppi e di Romena, Firenze e i guelfi combatterono e vinsero, nel giorno di San Barnaba, 11 giugno 1289, contro Arezzo e i ghibellini una battaglia che rappresentò non solo il momento più importante di un lungo contrasto, ma anche una tappa fondamentale per la conquista del predominio in Toscana. Dopo aver accennato forse a una prima mossa diversiva atta a far credere che si sarebbe presa la via diretta del Valdarno, l’esercito fiorentino, rinforzato da contingenti della Lega Guelfa, da cavalieri pistoiesi e da truppe bolognesi e lucchesi, si era posto in marcia verso il passo della Consuma per raggiungere Arezzo attraverso il Casentino, dalla parte cioè in cui il contado aretino e i diretti possessi del vescovo della città confinavano con le terre del conte Guido Novello, in quell’anno podestà di Arezzo.

Leggi tutto

Dalla radice al seme

L’ambiente resta il centro di tutto. Le scariche elettriche tra le élite politiche del vecchio continente a cui stiamo assistendo in questi giorni, stanno evidenziando il bisogno di solidarietà a livello europeo. Gli Olandesi in questo momento molto delicato, nel quale il mondo sta vivendo una emergenza da pandemia, stanno facendo  la voce grossa, forse perché si sentono molto forti, grazie anche ad una politica fiscale aggressiva. Dovrebbero però aver miglior memoria. È indubbio che danno  alle industrie una agevolazione fiscale molto allettante, ed è vero anche, che non conoscono quasi la burocrazia. Ma la vera ricchezza è ottenuta e agevolata  grazie alla capacità altrui di saper fare industria.

Leggi tutto

Parte Guelfa augura Santa Pasqua di Resurrezione

Cari Confratelli e Consorelle di Parte Guelfa, carissimi amici ed amiche, pur non potendo partecipare fisicamente alle liturgie pasquali, né alle millenarie tradizioni delle nostre città, siamo spiritualmente in comunione per celebrare la Pasqua del Signore, fonte di luce e di amore che sconfiggono la morte ed il peccato. Come ci ricordano anche i nostri colori – il bianco della fede, il verde della speranza ed il rosso della carità – restiamo uniti per contribuire, con l’aiuto di Dio e l’impegno di tutti, alla rinascita delle nostre comunità e del nostro Paese, anche rispettando il Creato e contribuendo affinché l’Umanità possa vivere in un ambiente sano e fonte di benessere psicofisico oltre che economico. Che la gioia del Signore Risorto sia con tutti voi e con i vostri cari, vicini e lontani, e ci riunisca in un fraterno abbraccio.

Leggi tutto

Parte Guelfa e la vita ai tempi del Coronavirus

coronavirus

Il futuro che ci aspetta sarà incerto e non possiamo prevedere né la durata né gli effetti di questa epidemia, possiamo però affrontarla con senso di responsabilità e con spirito positivo. Le indicazioni alla massima prudenza che arrivano dalle istituzioni governative e sanitarie sono a tutela di tutti noi e le nostre scelte personali saranno intimamente collegate al futuro di tutta la collettività. Sarà importante affidarci ai nostri valori di unione e fratellanza, che magari non potranno essere espressi con abbracci o strette di mano, ma con altri gesti che saranno altrettanto potenti. In questi momenti aumenta il bisogno di contatto, di condivisione e aiuto reciproco ma dobbiamo evitare però di esprimerci in termini catastrofistici

Leggi tutto

Dopo 754 anni, ancora a Firenze

Parte Guelfa Festa delle Insegne 3 coverDavanti a una folla di Fiorentini e di turisti piacevolmente incuriositi, sabato 29 Febbraio 2020 si sono concluse le celebrazioni del 754esimo anniversario dall’approvazione pontificia della Magistratura di Parte Guelfa, Cavalleria della Repubblica Fiorentina. Ogni 26 Febbraio ricorre l’anniversario della battaglia di Benevento che nel 1266 vide la vittoria di Carlo d’Angiò e delle truppe della Lega Guelfa, capeggiate e finanziate dai fuoriusciti fiorentini, contro Manfredi di Svevia, figlio dell’Imperatore Federico II, in riconoscenza dei servigi resi, Papa Clemente IV concesse alla cavalleria guelfa fiorentina il privilegio delle insegne del suo casato nobiliare, costituendola istituzione in Firenze dotata di sigilli. La cerimonia della concessione delle insegne papali si è rinnovata nella Rettoria di San Carlo dei Lombardi in via Calzaioli, durante la Messa del mercoledì delle Ceneri, con la benedizione delle Insegne e dei Cavalieri della Parte Guelfa. La festa è stata poi condivisa con la cittadinanza, che ha assistito ad un corteo di Dame e di Cavalieri avvolti nel loro antico mantello verde che, seguendo il gonfalone della Parte Guelfa, hanno percorso a piedi e su magnifici cavalli bianchi le strade del centro storico, soffermandosi davanti a Palazzo Vecchio per rendere omaggio al Comune di Firenze.

Leggi tutto

Le insegne di Parte Guelfa e la battaglia di Benevento

Parte Guelfa Festa delle Insegne 2020 monsignor Vasco Giuliani coverIn un momento di sincera fratellanza ed intimità spirituale, al termine della celebrazione delle Ceneri, inizio del periodo di purificazione della Quaresima, l’Arciconfraternita di Parte Guelfa ha rinnovato il rito della benigna concessione delle Insegne da Papa Clemente IV alla cavalleria fiorentina avvenuta il 26 Febbraio 1266, in riconoscenza dei servigi resi nella battaglia di Benevento in difesa della Chiesa. Come 754 anni fa, i Cavalieri di Parte Guelfa hanno ricevuto la benedizione ed il conforto del Cappellano Maggiore monsignor Vasco Giuliani nella Rettoria di San Carlo, rinnovando la secolare missione di fede, speranza e carità dell’Ordo Partis Guelfae.

Leggi tutto

La Festa delle Insegne di Parte Guelfa 2020

Parte Guelfa Papa Francesco e i cavalieri fiorentini coverIl 26 Febbraio, festa di Sant’Andrea Vescovo di Firenze, la Parte Guelfa inizierà la celebrazione della Festa delle Insegne che proseguirà sabato 29 Febbraio con il Giuramento di Fedeltà in Piazza San Giovanni e si concluderà con la distribuzione alla cittadinanza del berlingozzo, antico dolce toscano, che avverrà all’interno del Palagio dei Capitani di Parte Guelfa. La data del 26 Febbraio coincide con il riconoscimento di gratitudine di Papa Clemente IV alla Cavalleria di Parte Guelfa per il contributo decisivo alla vittoria della battaglia di Benevento del 1266.

Leggi tutto

La Parte Guelfa rende onore al confratello Narciso Parigi

Parte Guelfa Narciso Parigi Cavaliere coverI Confratelli e le Consorelle dell’Arciconfraternita di Parte Guelfa rendono onore ed esprimono il loro grande cordoglio per la scomparsa di Narciso Parigi, Cavaliere Ordinario di Parte Guelfa, e partecipano alle onoranze funebri del maestro a Palazzo Vecchio e in Santissima Annunziata, per rendergli commossi l’ultimo saluto. Il maestro Parigi aveva accolto con entusiasmo l’adesione alla Parte Guelfa come Cavaliere Ordinario.

Leggi tutto

Parte Guelfa timbro black

PARTE GUELFA
Cavalleria Repubblica Fiorentina

Palagio dei Capitani di Parte Guelfa
Piazza di Parte Guelfa 1 - 50123 Firenze
Codice Fiscale 94247160487

Contattaci  |  Privacy  | Cookies | Copyright © 1266 - 2020 YOUR NET SOLUTION -Tutti i diritti riservati

Instagram
RSS