Parte Guelfa Uberto Bartolini SalimbeniLa Parte Guelfa porge l’ultimo saluto al marchese Uberto Bartolini Salimbeni e piange un simbolo della tradizione di Firenze. Ci ha lasciato all’età di 80 anni, il nobile fiorentino e storico Araldo della Signoria che faceva palpitare calcianti e spettatori con la sua voce inconfondibile che preannunciava l’imminente battaglia: “Ed or con tua licenza ordin darò che il campo sia sgombro da uomini e vessilli e di disporre a battaglia”. Per ben quattro decenni ha declamato queste parole sul tufo di Santa Croce. Dal 1976 al 2015 è infatti stato l’Araldo della Signoria, una delle figure più prestigiose e significative del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, colui che legge «la grida» al Magnifico Messere.

Avvocato civilista di professione, Bartolini Salimbeni amava profondamente Firenze e la sua storia. Aveva ereditato il ruolo dell’Araldo dal padre Gustavo. Per lui era un’emozione impareggiabile vestire i panni rinascimentali, sfilare con quel copricapo in panno rosso come il vestito, rappresentare colui che nella Firenze dei Medici era il Capo della Famiglia della Signoria e Maestro del Cerimoniale, colui che annunciava i Bandi e le Ordinanze che venivano emesse dai Signori. Come da tradizione, entrava in campo stringendo tra le mani 500 Internal Server Error

Internal Server Error

The server encountered an internal error or misconfiguration and was unable to complete your request.

Please contact the server administrator to inform of the time the error occurred and of anything you might have done that may have caused the error.

More information about this error may be available in the server error log.


Web Server at parteguelfa.it